main navigation main content
Nazareth - La Culla Del Cristianesimo

NAZARETH - LA CULLA DEL CRISTIANESIMO

Una città antica ricca di storia, archeologia affascinante, cultura moderna e fascino mediorientale

0 Facebook SHARES

Nazareth, o Natsrat secondo la pronuncia ebraica, è la culla del cristianesimo, la città in cui, secondo la tradizione, l’angelo Gabriele disse a Maria che avrebbe concepito grazie al potere dello Spirito Santo e il luogo in cui Gesù trascorse la sua infanzia e giovinezza. Nazareth, nella Galilea inferiore, si trova nel cuore di una valle circondata da montagne che abbracciano la maggior parte dei siti cristiani più importanti del mondo. Si tratta di una città di religione e fede, di spiritualità e santità, ma anche una città con una storia ricca, archeologia affascinante, cultura moderna e fascino mediorientale.

La culla del cristianesimo

Nazareth, che 2.000 anni fa era un piccolo villaggio, nel periodo bizantino, alcuni secoli dopo, divenne una roccaforte del cristianesimo. Durante quel periodo, il nome di Nazareth si diffuse in lungo e in largo e il desiderio di visitare i luoghi in cui vissero la Vergine Maria e Gesù Cristo trasformarono la città in un luogo di pellegrinaggio molto famoso. Queste visite portarono alla costruzione della prima chiesa della città: la Chiesa dell’Annunciazione sul luogo in cui sorgeva la casa di Giuseppe e Maria. Nella città furono costruite molte altre chiese, alcune delle quali furono distrutte e ricostruite in seguito all’alternarsi del dominio musulmano e cristiano nel corso dei secoli. Nel XIX secolo Nazareth suscitò un rinnovato interesse e i cristiani tornarono a vivere in questa città e ricostruirono chiese e monasteri. Oggi Nazareth è la più grande città araba di Israele e ha circa 30 chiese e monasteri, oltre a moschee e antiche sinagoghe.

La Città vecchia

Fare un’escursione a Nazareth è come riviverne i vari periodi storici. Ogni epoca storica si lasciava dietro un patrimonio che nell’era moderna ha trasformato la città in un sito turistico stupendo e apprezzato dai visitatori. La maggior parte dei siti è concentrata nella Città vecchia, costruita a metà del XIX secolo in un affascinante sito architettonico mediorientale. Una passeggiata tra vie strette e case pittoresche costituisce un’esperienza incredibile e per apprezzarne la bellezza l’ideale è camminare lentamente.

Nella Città vecchia sono presenti molte chiese antiche, con la Chiesa dell’Annunciazione in cima alla lista. La chiesa ricostruita ha conservato parti delle chiese precedenti, dai periodi delle Crociate a quelli bizantini. Inoltre, la chiesa ospita una stupenda collezione di dipinti.

Accanto a questa chiesa si trova la Chiesa di San Giuseppe, costruita sulle rovine degli edifici agricoli dove, secondo la tradizione, Giuseppe, il marito di Maria, aveva la sua falegnameria. Mentre la Chiesa dell’Annunciazione fu costruita sul luogo in cui sorgeva la casa di Maria, la Chiesa greco-ortodossa dell’Annunciazione è costruita sul Pozzo di Maria, dal quale secondo la tradizione bevve la madre di Gesù. Si tratta di una struttura del periodo delle crociate al cui interno si trovano alcuni affreschi interessanti. Accanto al Pozzo di Maria si trova la Chiesa greco-ortodossa dell’Annunciazione, all’interno di una sala crociata. Secondo la tradizione, questo è il luogo della sinagoga in cui pregava Gesù.

Tra le molte altre chiese di Nazareth c’è la chiesa Mensa​ Christi, la chiesa maronita, la chiesa di San Gabriele e la chiesa salesiana. Inoltre, nella Città vecchia sorgono importanti edifici del periodo ottomano, tra cui la Saraya, o Palazzo del Governo, costruita da Daher el Omar, il governatore della Galilea nel XVIII secolo, e la Moschea bianca, che oggi è usata come casa di preghiera e centro didattico e culturale. La Moschea bianca ospita anche un museo che ripercorre la storia di Nazareth.

Nessuna visita alla Città vecchia di Nazareth sarebbe completa senza una visita al mercato locale, che è diventato un’attrazione popolare e famosa grazie alle bancarelle colorate e alla varietà delle merci esposte. Al mercato è possibile ammirare l’esplosione di colori dei tessuti alla moda, degustare le spezie e le specialità locali e acquistare opere d’arte e souvenir. Tutti i suoni, le cose da vedere, i profumi e i gusti promettono un’autentica esperienza del Medio Oriente.

Uno sguardo al fascino del Medio Oriente

Nazareth è piena di angoli affascinanti e graziosi che vi apriranno il cuore alla bellezza. Un altro luogo che vale la pena visitare è il cammino lungo la dorsale Nabi Sain, per ammirare il meraviglioso panorama della Galilea. Puoi visitare l’antico bagno turco scoperto durante i lavori di restauro di uno dei negozi della città, dare un’occhiata a una bella casa padronale dove sono esposte le ricchezze e gli indumenti dell’alta borghesia ottomana del XIX secolo, compresi alcuni stupendi affreschi. Una visita la merita anche la casa del vescovo greco-ortodosso, dove potrai percorrere una serie di passaggi sotterranei scoperti nel cortile. Un altro sito interessante è l’ostello recintato costruito dai russi per ospitare i pellegrini.

Nazareth, che per secoli ha accolto i pellegrini, dispone di ostelli e hotel cristiani in grado di garantire il comfort ai turisti che affollano questo luogo così importante, specialmente nel periodo natalizio. Decine di ristoranti servono pietanze squisite a base di alimenti aromatici buonissimi che richiamano i visitatori tutto l’anno. Nazareth è bellissima durante le festività natalizie, quando la città viene addobbata e i suoi colori e l’atmosfera di entusiasmo si uniscono alla sacralità e ai suoni delle preghiere che fuoriescono dalle chiese.

FOLLOW US


page footer